fbpx

Caro Mario…io ti lovvo!

draghi e trump

Uno strano strumento: Il Quantitative Easing

Di quale Mario sto parlando? Ovviamente di Mario Draghi!

E’ di martedì scorso la notizia delle mosse future che il Governatore della BCE intende attuare: ulteriore taglio dei tassi d’interesse (attualmente a valore zero) e manovra di Quantitative easing che è ancora lontana da esaurire le sue risorse.

Doverosa una premessa; il Quantitative easing (Qe) è uno strumento non convenzionale di politica monetaria  espansiva usato dalle banche centrali per stimolare la crescita economica, con lo scopo di orientare l’offerta di credito e i mercati finanziari. La Bce ha avviato il suo programma nel marzo 2015, ad oggi ridotto in modo consistente tramite il rientro graduale degli stimoli.

Chi mi è vicino, i miei collaboratori in modo particolare, sanno quanto io abbia sempre stimato e condiviso le scelte di Mario Draghi, che fece muro a suo tempo contro la Germania per attivare la politica di Qe, manovra all’epoca necessaria per sollevare l’Europa dalla crisi più profonda degli ultimi anni, quella dei Subprime, che vedeva l’America più forte di prima e il Vecchio Continente ancora in crisi e alle prese con lo spread ballerino.

Abbasso i Tassi, Viva Mario!

Ho sempre giudicato Mario Draghi un economista estremamente capace, una persona molto posata, netta nei suoi giudizi, deciso nelle manovre necessarie per dare “aria” all’economia europea, che ha sempre informato circa le sue scelte attraverso comunicati ufficiali e pochi twitter.

Per quale motivo l’annuncio di martedì è tanto importante per noi europei? Come un ulteriore taglio dei tassi può aiutare la nostra economia?

Abbassare i tassi significa permettere ai privati e alle aziende di finanziarsi a costi più bassi, quindi incrementare la produzione, di conseguenza i consumi e quindi permettere all’economia di essere più sana e vincente sul mercato.

draghi trump e valentina cartei vignetta

Mario Vs Donald

Donald Trump ha risposto a colpi di twitter all’annuncio di Mario Draghi, credo perchè fortemente preoccupato per le future conseguenze del cambio euro/dollaro, che in questo senso potrebbe mettere in crisi l’esportazione americana.

Mi dichiaro subito, anche a Trump va tutta la mia stima; nonostante non lo ritenga un politico “convenzionale”, ha fatto tantissimo per l’economia americana e ha rispettato il patto fatto con la popolazione durante la campagna elettorale: “America FIRST”.

A me dà l’impressione di una persona molto burbera, dal carattere spigoloso, che sicuramente non le manda a dire; quando è diventato il Presidente USA, l’economia americana sembrava essere in fase di conclusione del trend positivo post Subprime, ma, tramite le manovre politiche attuate, Trump è riuscito in un’impresa che giudico “titanica”. L’economia americana ha continuato a crescere e in questo momento gode di “ottima salute”, con tasso di disoccupazione più basso di sempre e crescita sostenuta.

tassi mutuo case

Meno tassi? Meglio per tutti!

Come il lavoro consulente finanziario può essere importante in questo momento? Se state acquistando casa, a maggior ragione con i tassi in ribasso, è il momento giusto per contrarre un mutuo, così come, se siete investiti in obbligazioni, conviene prediligere quelle con scadenza più avanti nel tempo, che sicuramente beneficeranno, oltre che dall’andamento dei tassi, anche dello spread in picchiata, il tutto ovviamente con rispetto del proprio arco temporale d’investimento e propensione al rischio.

Il consiglio? Rivedete il Vostro portafoglio d’investimento alla luce di quanto dichiarato da Mario Draghi, fissate un appuntamento con il Vostro consulente e cercate di capire quali possano essere le ripercussioni degli accadimenti di questi giorni. Per chi di Voi è interessato, sono assolutamente disponibile!

Una questione di ritmo

Il ritmo di intervento è fondamentale, specialmente in finanza.

E’ sempre una questione di ritmo: ritmo di gioco, ritmo di intervento, ritmo di reazione.

Stai investendo bene i tuoi risparmi?

Scopri le 8 regole per investire al meglio