fbpx

Come dare un nome al nostro denaro?

Torniamo a martedì scorso.

Ho promesso di aiutarti a dare un nome ai tuoi soldi e che li metterai in precisi cassetti che ti permetteranno di non avere problemi un domani.

Ok, praticamente cosa significa?

Per rispondere a questa domanda, ho immaginato di dare io per prima un nome ai miei soldi.

Ho fatto consulenza al consulente, del resto sono convinta che sia giusto predicare e razzolare allo stesso modo, quindi quale migliore cavia di me stessa?

Vale perché per te il denaro è importante?

Beh, è importante perchè mi permette di realizzare i miei progetti e i miei sogni. (mmm…troppo vaga la risposta)

Bene, quando pensi al tuo denaro a CHI pensi?

Alla mia famiglia, ai miei figli in particolare. Vorrei poter avere le disponibilità economiche necessarie per fare in modo che siano sempre liberi di scegliere ciò che desiderano essere e diventare.

Ho immaginato che potrebbero dirmi tra Vent’anni: “Vedi mamma, la strada è più dura quando stai puntando al cielo, quindi, in questo caso, scegli le cose che son davvero importanti”.

Io vorrei rispondere: ”Sarai pronto per lottare e andare un passo più avanti, essere sempre vero,
spiegare cos’è il colore a chi vede bianco e nero
”.

Allora mi son detta: Vale, sinceramente…saresti disposta ad avere il rimpianto di aver limitato le possibilità di crescita personale dei tuoi figli solo per (si fa per dire)…NON AVERCI PENSATO PRIMA?

Quindi alla possibilità per i tuoi figli di frequentare la scuola, il master, l’università che tanto desiderano? Di formarsi come sognano?

Ma NO davvero!

E allora ecco il nome dei miei soldi: STUDI DI REBECCA e STUDI DI SAMUELE. Due salvadanai o cassetti diversi, uno per ciascuno.

Adesso entra in gioco la matematica. Perché molto dipende dal loro futuro percorso di studi.

Pacifico che, se decideranno studiare a Firenze, quindi vicino casa, dovrò accantonare un capitale diverso da quello previsto in caso dovessero decidere di studiare a Milano ad esempio; perché in quest’ultimo caso dovrò mettere in conto le spese sia per un eventuale stanza in affitto/casa sia per una retta universitaria più alta.

Bene, sto sudando freddo, perché è ovvio che devo prendere in considerazione per prima la soluzione più dispendiosa…per la serie, nel più ci sta anche il meno.

Ma poi mi accorgo che ho a disposizione un vantaggio enorme se agisco subito: IL TEMPO.

Rebecca e Samuele sono piccoli, quindi ho a disposizione più di quindici anni, da oggi ai loro futuri studi.

E la matematica non mi fa più sudare freddo.

Un grande capitale, considerando il tempo che ho a disposizione e calcolando l’accantonamento mensile, dà come risultato un importo che non mi preoccupa più.

E se non volessero studiare e preferissero lavorare una volta conclusa la scuola dell’obbligo?

Bene, con il capitale accantonato per loro e il relativo rendimento, potrò aiutarli a dare l’anticipo per quella casina che gli piace tanto…quindi, vada come vada, pensandoci subito, il successo è garantito.

La canzone Vent’anni dei Maneskin mi ha colpito al primo ascolto.

Cara Rebecca, caro Samuele:Scegli le cose che son davvero importanti, per cercare sempre la libertà”. Al resto ci hanno pensato la mamma e il babbo.

Vuoi dare anche tu un nome ai tuoi soldi? In questo caso vai alla pagina:

https://www.valentinacartei.com/contatti-2/

Insieme capiremo perché il denaro per te è importante e daremo il nome giusto ai tuoi soldi.

 

Valentina Cartei

La consulente finanziaria ad alto tasso ritmico.

Stai investendo bene i tuoi risparmi?

Scopri le 8 regole per investire al meglio