fbpx

L’ effetto leva come il piano inclinato di Aldo.

aldo giovanni e giacomo

I manuali di finanza definiscono l’effetto leva come: la possibilità di effettuare un investimento che riguarda un elevato ammontare di risorse finanziarie, con un basso tasso di capitale effettivamente impiegato; la leva è espressa dal rapporto tra il valore delle posizioni aperte e il capitale investito.

Proviamo a fare chiarezza. Alcuni strumenti, cosiddetti a leva, consentono all’investitore di acquistare o vendere attività finanziarie per un ammontare superiore al capitale posseduto e di ottenere un rendimento potenzialesia positivo che negativomaggiore rispetto a quello derivante da un investimento diretto nel sottostante.

effetto leva

Sono strumenti finanziari a leva: le opzioni, i warrants e i covered warrants. La leva costituisce un indicatore del rischio assunto e un suo elevato valore implica una maggiore rischiosità dello strumento finanziario, quindi può sia aumentare che diminuire esponenzialmente il rendimento dell’investimento effettuato, in caso di performance positiva o negativa del sottostante.

Martedì 10 dicembre è stata per me una serata “ad elevato effetto leva”.

evento valentina cartei

Ho presentato il mio libro “Il ritmo della finanza”; da inizio Settembre lavoravo alla giornata del 10 dicembre: la scelta del luogo, la disposizione della sala, l’allestimento del palco, il buffet, gli inviti, le slides da proiettare, soprattutto, trattandosi di ritmo, la musica che avrebbe accompagnato me i miei ospiti nella presentazione. Potevo presumere il tempo che avrei impiegato nell’esporre i capitoli che avevo scelto per catturare l’essenza del mio libro, ma era la prima volta che mi cimentavo in quest’avventura e la tensione era tanta.

Il mio effetto leva (il mio indice di rischio) era caratterizzato dalla riuscita o meno della serata nel suo complesso; se non fosse andata come speravo, sapevo che avrei considerato come male impiegato il tempo e l’impegno profusi nell’organizzazione del tutto (la mia performance sarebbe stata negativa, nel senso che il mio rendimento in termini d’investimento sarebbe stato basso); ma se avessi visto i partecipanti alla serata uscire sorridenti e divertiti, il mio investimento sarebbe stato ad alto rendimento.

Il mio effetto leva: 20/30 minuti di presentazione per capire quale sarebbe stato il rendimento dei 3 mesi di lavoro precedente (il mio sottostante).

Pensando alla serata di martedì scorso mi è venuta in mente la frase pronunciata da Aldo nel film “Chiedimi se sono felice” e recita:

“Avete presente la teoria del piano inclinato? No? Ve la spiego. Se mettete una pallina su un piano inclinato la pallina comincia a scendere, e per quanto impercettibile sia l’inclinazione, inizia a correre e correre sempre più veloce. Fermarla, è impossibile. Ma per fortuna gli uomini non sono palline: basta un gesto, un’occhiata, una frase qualsiasi a fermare il corso delle cose.”

valentina cartei evento 2

Il 10 dicembre io ero la pallina e l’esito della serata il mio piano inclinato; mi è bastato un gesto, l’abbraccio di mio marito mentre arrivavamo alla sala della presentazione e la sua inusuale calma…e ho cominciato a correre sempre più veloce! Emozione fortissima, adrenalina allo stato puro!

Tecnica quanto basta, tanto tanto cuore!

Stai investendo bene i tuoi risparmi?

Scopri le 8 regole per investire al meglio