fbpx

LA PENSIONE… SENZA SFORZI? CINQUE ERRORI DA EVITARE.

Come evitare di vivere da poveri durante la vecchiaia?

Ecco la domanda alla quale risponderemo oggi.

E approfondiremo anche cinque errori che spesso facciamo quando pensiamo alla nostra pensione; credenze sbagliate, talvolta radicate anche dentro di me, lo confesso.

È molto importante pensare alla nostra pensione, anzi fondamentale; non dimenticare mai che la persona che sarai tra trent’anni è il frutto delle scelte che tu fai oggi.

E se è vero che il consulente finanziario è il medico del tuo risparmio, certamente dovrà fare la diagnosi dello stato di salute della tua pensione; la tua pensione = bontà del tuo futuro economico.

Bene, quest’oggi mi piacerebbe essere il tuo medico specialista.

In effetti il mio scopo è quello di aiutarti a verificare quale sarà effettivamente la tua pensione, perché sai, capita spesso che ci sia un divario tra quella che è la nostra percezione e quello che ci sarà effettivamente pagato.

Dunque, laddove ci fosse questo divario, vorrei aiutarti a costruire la tua integrazione pensionistica.

In che modo?

Senza sforzo e senza rinunciare al tuo tenore di vita.

Partiamo dall’inizio però.

Per prima cosa vediamo insieme quali sono gli errori nei quali tutti noi cadiamo quando pensiamo alla nostra pensione.

  1. Non ho soldi da destinare alla costruzione della mia pensione integrativa;
  2. È inutile destinare soldi alla mia pensione integrativa, visto che lavorerò fino a 70 anni;
  3. Non ha senso pensarci fin da subito, tanto la mia pensione sarà pari all’80% del mio ultimo stipendio;
  4. Comunque vada, lo Stato in qualche modo provvederà;
  5. Anche se avessi del risparmio da destinare alla costruzione della mia pensione integrativa, non esiste uno strumento che possa rendere abbastanza e in grado di realizzare il mio obiettivo perché si sa, tutte le banche e le assicurazioni pensano solo ai propri interessi.

Ti ritrovi in alcuni di questi punti?

Adesso vorrei farti una proposta, cioè analizzare insieme se per ciascuno degli errori riusciamo a trovare la relativa soluzione.

Il discorso è bello lungo però, quindi ti prometto che lo faremo nell’arco delle prossime settimane.

Ma nel frattempo, sei curioso di conoscere il tuo gap previdenziale? Detto in altri termini il divario che potrebbe esserci tra il tuo ultimo stipendio e la tua pensione?

In questo caso vai alla pagina: www.pensionesenzasforzi.com

Ti racconterò tre validi motivi per pensare fin da oggi alla tua pensione.

Ma non finisce qui.

Potrai anche scaricare il manuale “Quando la busta è arancione. Scopri come sarà la tua pensione”, in modo tale che tu possa calcolare fin da subito il tuo gap previdenziale.

Sai, quando si pensa alla propria pensione, il fattore tempo è davvero fondamentale.

Proprio per questo motivo i Clean Bandit ci ricordano “Tick Tock”…le lancette dell’orologio scorrono inesorabili.

Ti aspetto sulla pagina www.pensionesenzasforzi.com

Valentina Cartei

La consulente finanziaria ad alto tasso ritmico.

Stai investendo bene i tuoi risparmi?

Scopri le 8 regole per investire al meglio