fbpx

QUANDO UN’IMPRESA È DI SUCCESSO E PRECISAZIONI DL LIQUIDITÀ.

decreto lliquidità

Caro lettore,

si è rafforzata in me la convinzione che le IMPRESE siano il soggetto da tutelare, ora più che mai, perché ritengo che saranno il punto focale della ristrutturazione della nostra economia post Covid-19.

 L’interessante chiacchierata con Alessio Lotti, imprenditore titolare della Lotti Accessori srl, me lo ha confermato. Alessio è un imprenditore di successo che non è stato scalfito nella sua determinazione dalla crisi del Coronavirus, aveva ben chiara in mente la direzione della sua impresa e la pandemia ha semplicemente diluito nel tempo il raggiungimento di obiettivi precisi.

Come lo è Alessio è tempo di essere determinati, ora più che mai; io ti sono accanto.

Ti invito a rivedere la mia intervista di venerdì 24 Aprile con il Dott. Lotti, che potrai consultare sul mio gruppo facebook “Il ritmo della finanza”.

In relazione al DL Liquidità eccoti alcune precisazioni. Il meccanismo del decreto potrà scattare per imprese di qualunque dimensione, purchè al 31 dicembre 2019 non siano classificate tra le aziende in difficoltà (secondo la definizione comunitaria).

(ART. 13, lett. n)

1)    Il Decreto Liquidità prevede una forma di liquidità in favore dei soggetti con ammontare di ricavi non superiore ad € 3.200.000,00, la cui attività è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19 come da dichiarazione autocertificata.

A tali soggetti viene riconosciuta una garanzia al 100% in forma mista (90% Fondo PMI e 10% Confidi) per finanziamenti non superiori al 25% dei ricavi (importo massimo erogabile € 800.000,00). In questo caso le condizioni di erogazione (durata, tasso interesse) saranno discrezionali per ciascun istituto bancario.

2)    Il Decreto Liquidità prevede un’altra forma di liquidità in favore dei soggetti con ammontare di ricavi superiore ad € 3.200.000,00, la cui attività è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19 come da dichiarazione autocertificata.

Anche per questi soggetti viene riconosciuta una garanzia al 100% in forma mista (90% Fondo PMI e 10% Confidi) e l’importo massimo erogabile può essere pari a:

–       Doppio spesa salariale 2019;

–       25% ultimo fatturato;

–       Fabbisogno per capitale di esercizio e investimento a 18 mesi.

In questo caso le condizioni di erogazione (durata, tasso interesse) saranno discrezionali per ciascun istituto bancario.

Riassumendo:

decreto liquidità valentina cartei

Tecnica quanto basta, tanto tanto cuore!

valentina cartei vignetta promotore finanziario

 

Stai investendo bene i tuoi risparmi?

Scopri le 8 regole per investire al meglio